Dockline Blog

Ritorna su Dockline

Cosa fare se qualcuno cade fuori bordo

Ecco sette cose che dovresti fare nel caso qualcuno cada fuori bordo.

Come fare In acqua
Cosa fare se qualcuno cade fuori bordo

A meno che non vogliate dedicare la giornata agli sport nautici, restare all’asciutto è l’obiettivo di qualsiasi gita in sicurezza. Che si tratti di fare un breve giro intorno a un lago che conosci bene, di esplorare una zona di pesca non segnata sulle mappe o di trainare chi pratica wakeboard, uno dovrebbe entrare in acqua solo se lo ha deciso prima.

Durante la navigazione possono tuttavia verificarsi imprevisti, ad esempio dovuti alla scia di un’altra barca: se il capitano o i passeggeri non sono preparati, perdere l’equilibrio potrebbe significare cadere in acqua. Se qualcuno cade fuori bordo, sai cosa fare?

In una situazione spiacevole come questa, è facile perdere la calma. Ecco sette cose che dovresti fare nel caso qualcuno cada fuori bordo.

Urla immediatamente “uomo a mare!”

Avverti tutti i passeggeri che una persona è caduta in acqua. In una situazione del genere anche i secondi contano, per cui è necessario urlare subito “UOMO A MARE!” a pieni polmoni. Così facendo, tutti quanti rivolgeranno la propria attenzione alla persona caduta in acqua e faranno tutto il necessario per aiutarla.

Successivamente, almeno un passeggero dovrà mantenere costantemente il contatto visivo con la persona caduta in acqua fino a quando quest’ultima non verrà recuperata.

Lancia un dispositivo di galleggiamento

Se hai una ciambella salvagente o un dispositivo di galleggiamento a portata di mano, lanciala/o il più vicino possibile al malcapitato, anche prima che la barca cominci a rallentare. Se la persona caduta fuori bordo non indossa un dispositivo di galleggiamento, nel mentre la barca torna indietro per prestare soccorso, nuotare verso un oggetto galleggiante nelle vicinanze potrebbe salvargli la vita.

Ferma l’imbarcazione

Ferma la barca e spegni il motore nel modo più rapido e sicuro possibile. Se la persona caduta in acqua si trova nelle vicinanze della barca, la rotazione delle eliche può provocare ferite molto gravi. Inoltre, potresti riuscire a recuperare il passeggero senza dover riavviare il motore se lo spegni al momento giusto.

Premi il pulsante ‘uomo a mare’ (MOB)

Se il tuo natante è dotato di pulsante MOB, premilo non appena il malcapitato cade in acqua. Così facendo, fisserai le coordinate GPS che ti aiuteranno a individuare il passeggero finito fuori bordo. Questo è particolarmente importante se a bordo ci sono solo due persone o se la visibilità è ridotta, e ti permette di recuperare il malcapitato con rapidità e precisione.

Dirigiti con attenzione verso la persona caduta fuori bordo

La spinta della barca o la corrente possono farti allontanare anche di molto dal punto in cui il malcapitato è caduto in acqua. Se necessario, riavvia il motore e dirigiti con attenzione verso il luogo della caduta in acqua. È in momenti come questi che è importante mantenere il contatto visivo: se non riesci a vedere la persona caduta fuori bordo, potresti urtarla con la barca e causarle ulteriori lesioni. Procedi lentamente e, quando sei abbastanza vicino, lancia una cima per recuperare il malcapitato piuttosto che avvicinarti con la barca.

Riporta il malcapitato a bordo

Riporta il passeggero a bordo con rapidità ma in sicurezza. Potrebbe essere in grado di salire su una piattaforma bagno, oppure potresti doverlo aiutare a scavalcare la ringhiera. Il malcapitato potrebbe essere ferito, per cui fai attenzione. Se ha perso conoscenza, sostieni il suo collo e la sua schiena per evitare di aggravare eventuali traumi.

Chiedi aiuto

Se nessuno l’ha ancora fatto, chiama i soccorsi. Più rapida è la tua reazione, maggiori saranno le possibilità di ottenere l’aiuto necessario. Puoi sempre rimandare indietro i soccorsi se la persona caduta fuori bordo sta bene, tuttavia spesso pochi minuti fanno la differenza tra un lieto fine e una giornata drammatica.

Sistema di avviso ‘uomo a mare’ (MOB) di 1st Mate

Indossare una chiave 1st Mate rende molto più semplice e sicura la “tipica” reazione a una caduta in mare, poiché consente un tracciamento preciso e la riduzione dei tempi di reazione. Se il capitano cade fuori bordo mentre indossa la chiave 1st Mate, la funzione ‘uomo a mare’ (MOB) spegnerà immediatamente il motore non appena la chiave rileva il contatto con l’acqua. Il 1st Mate può essere impostato per inviare la posizione del diportista ai soccorsi o a una persona di fiducia. Se il capitano o un passeggero cadono fuori bordo mentre indossano una chiave 1st Mate, viene automaticamente impostato un avviso ‘uomo a mare’ (MOB) che ne indica la posizione.

Vuoi saperne di più su 1st Mate e sui suoi vantaggi? Visita il sito 1stmate.com per ulteriori informazioni, oppure contatta il tuo concessionario Mercury Marine locale per sapere cosa 1st Mate può fare per te.

Ritorna su Dockline
http://www.mercurymarine.com/it/it/dockline/what-to-do-if-someone-falls-overboard/?article_type%5B%5D=on-the-water