Dockline Blog

Ritorna su Dockline

Rimessaggio invernale dei motori fuoribordo

Per ottenere prestazioni affidabili la prossima primavera, quando si prepara un fuoribordo per il rimessaggio invernale si consiglia di seguire questi suggerimenti.

Come fare
So machen Sie Ihren Außenbordmotor winterfest

Il rimessaggio invernale è veramente importante.

Una corretta preparazione del motore fuoribordo per la stagione invernale garantisce che sia pronto a partire la prossima primavera. Nei climi freddi, il gelo può causare danni ingenti a un motore che non ha adeguatamente eseguito il rimessaggio invernale. Anche nelle zone a clima più mite, la fine della stagione nautica è un momento ideale per prendersi cura della manutenzione annuale che manterrà affidabili le prestazioni del proprio fuoribordo. Sia che si svolga il lavoro da soli o che si porti il fuoribordo presso un concessionario Mercury Marine, spendere un po' di tempo e denaro oggi può farne risparmiare altrettanto in primavera.
 

Conviene farlo da soli o rivolgersi a un concessionario Mercury?

Se si opta per il rimessaggio invernale del fuoribordo presso un concessionario autorizzato Mercury, si può contare sul servizio professionale e sulle competenze di un tecnico qualificato e risparmiarsi la fatica di procurarsi olio e filtri, lubrificante per ingranaggi, olio protettivo per motori e altre forniture necessarie. Il tecnico che si prende cura del tuo fuoribordo, potrebbe persino individuare e risolvere altri tipi di problemi non correlati al rimessaggio invernale.

Quando un concessionario si occupa del rimessaggio invernale del tuo motore, potrebbe accorgersi di problematiche che a te potrebbero sfuggire. Problemi minori associati ad esempio alla regolazione dell’accelerazione o del cavo del cambio potrebbero compromettere le prestazioni del motore. Ma il concessionario controlla anche altri aspetti importanti, come l’allentamento dei bulloni dell’albero elica o il piegamento dello specchio di poppa, che potrebbero causare problemi seri lungo il percorso.

Molte strutture di servizi nautici uniscono il rimessaggio invernale del motore con altri servizi di rimessaggio fuori stagione ad un prezzo scontato. Questi servizi aggiuntivi possono includere la manutenzione dei sistemi idrici e di scarico dell’imbarcazione, la copertura termoretraibile e lo stoccaggio. La bassa stagione è anche un buon momento per far installare da un concessionario nuovi componenti elettronici o accessori, rinfrescare la teleria o la tappezzeria, e mandare le eliche in riparazione.

La procedura per il rimessaggio stagionale è descritta in ogni manuale d'uso Mercury, e con l'ausilio di alcuni strumenti di base e forniture adeguate, chi è incline al fai-da-te di solito può affrontare l’impresa. Molti ultimi modelli fuoribordo Mercury, compresi il nuovo V8 da 4,6 litri e il V6 da 3,4 litri, hanno un'etichetta sotto la calandra con indicate le specifiche di manutenzione di base e un codice QR che può essere scansionato con un dispositivo mobile per accedere ai video how-to prodotti da Mercury.

Chi segue il percorso fai-da-te può iniziare consultando il manuale procurandosi gli strumenti e i prodotti manutentivi necessari. Il manuale contiene informazioni specifiche per il proprio fuoribordo Mercury, ma qui offriamo alcune istruzioni di base degli esperti dell'assistenza Mercury Marine:
 

Mantenere una lista di forniture per il rimessaggio invernale

Consultare il manuale d’uso del fuoribordo per una guida sulle forniture e gli strumenti specifici per il proprio motore.

  • Olio motore
  • Filtro dell’olio motore
  • Filtro del carburante
  • Stabilizzatore di carburante
  • Candele
  • Grasso marino
  • Olio protettivo per motori
  • Lubrificante per ingranaggi e pompa
  • Spray antiruggine
  • Strumenti manuali di base
  • Pistola a grasso
  • Strumento distanziamento elettrodi della candela
  • Manicotto e tubo di lavaggio del motore
  • Chiave dado elica o relativa bussola dedicata
  • Imbuto
  • Contenitore per l'olio esausto

Trattamento del carburante

L’imbarcazione deve essere sempre riposta con carburante trattato con stabilizzante per carburante marino. Il carburante non trattato comincerà a ossidarsi e a formare una sostanza di tipo gommoso nel sistema di alimentazione del motore. Questo è vero soprattutto per i fuoribordo dotati di carburatori.

La maggioranza dei problemi che si riscontrano durante un controllo nella fase di rimessaggio invernale sono causati dal carburante vecchio. Se possibile, a fine stagione cercare di svuotare quasi completamente il serbatoio dell'imbarcazione, poi aggiungere carburante fresco prima del rimessaggio. Se il carburante nel serbatoio è vecchio più di un mese e la stagione è troppo inoltrata per consumarlo, occorre estrarlo e sostituirlo con carburante fresco.

Se l’imbarcazione è più vecchia e ha un serbatoio areato, è una buona idea riempire il serbatoio con del carburante fresco per prevenire la formazione di condensa. Fermarsi quando il serbatoio è pieno al 95% circa, perché i cambiamenti di temperatura estremi durante l'inverno possono far espandere il carburante, spingendo il gas fuori dallo sfiato. Poiché i serbatoi più nuovi non possono sfiatare liberamente nell'atmosfera e non raccolgono l'umidità dell'aria, non è necessario riempirli. Se possibile, riempire il serbatoio con carburante senza etanolo come il REC-90, una miscela premium formulata specificamente per i motori da diporto. Aggiungere quindi una corretta quantità di stabilizzante per carburante.

Il momento migliore per trattare il carburante è quando lo si pompa nel serbatoio, o durante l'ultimo rifornimento della stagione o quando si sostituisce il carburante vecchio durante il rimessaggio invernale. In vista del rimessaggio, il carburante può essere trattato con Quicksilver Quickstor, uno dei prodotti nel Quicksilver Fuel Care System, indipendentemente dal fatto che il motore sia stato costruito da Mercury o da un altro produttore. Questi prodotti sono progettati per lavorare insieme al fine di ottimizzare il carburante, rimuovere dal motore eventuali depositi residui e proteggere il sistema di alimentazione durante i mesi invernali.

È importante immettere il carburante trattato nell’intero sistema di alimentazione facendo funzionare l'imbarcazione per circa 10 minuti, in acqua o collegata a un tubo da giardino (in questo caso, seguire le istruzioni nel manuale d'uso). Infine, sostituire il filtro del carburante. Il sistema di alimentazione è pronto per la prossima stagione.

Cambio dell’olio

Se si possiede un fuoribordo a quattro tempi, l'olio e il filtro del motore devono essere cambiati ogni 100 ore o una volta a stagione, indipendentemente da quante ore il motore è stato usato. Rimessare il motore con olio vecchio può esporre i componenti interni del motore all'umidità e ai sottoprodotti acidi della combustione, che possono causare corrosione. La linea di Lubrificanti Quicksilver include olio per motori a quattro tempi per qualsiasi marchio di fuoribordo, specificamente formulato per le esigenze uniche dell’ambiente marino. Non usare mai olio per automobili in un motore marino! Consultare il manuale d’uso o rivolgersi al concessionario Mercury per conoscere i prodotti lubrificanti consigliati per il proprio motore marino. Seguire le istruzioni per il cambio dell'olio contenute nel manuale d’uso e smaltire sempre correttamente l'olio esausto.

Dopo aver cambiato l'olio, è buona norma riavviare il motore, per far circolare l'olio fresco e controllare se ci sono perdite. Non è raro che la guarnizione del filtro dell'olio si attacchi al motore; se non viene rimossa, l'olio può fuoriuscire dalla vecchia guarnizione dopo l'installazione di un nuovo filtro. Il motore può rovinarsi se il proprietario non si accorge che l'olio fuoriesce da una guarnizione rotta.

Applicare l’olio protettivo per motori

A motore ancora caldo, è opportuno trattare i motori sia a quattro che a due tempi con olio protettivo dedicato per prevenire fenomeni di corrosione all’interno del motore. Estrarre le candele e spruzzare l’olio protettivo direttamente in ciascun cilindro, seguendo le istruzioni sulla lattina. Scegliere un olio protettivo per motori formulato specificamente per il rimessaggio invernale, ad esempio Quicksilver Storage Seal.

Per i motori a due tempi a iniezione diretta del carburante (DFI) come i modelli Mercury OptiMax, invece di usare olio protettivo per motori, spruzzare un'oncia di olio per motore fuoribordo DFI in ogni cilindro attraverso il foro della candela. Una piccola lattina di olio con un lungo collo flessibile è perfetta per questo compito. Si raccomanda di applicare uno strato di lubrificante antigrippaggio sulle filettature delle candele prima di sostituire delicatamente le candele. Usare candele nuove, correttamente montate, secondo il programma di manutenzione contenuto nel manuale d'uso.

Sostituzione del lubrificante nel piede

Anche il lubrificante per gli ingranaggi nella parte inferiore del fuoribordo deve essere sostituito ogni 100 ore o una volta a fine stagione - controllare il manuale d’uso per conoscere l'intervallo di manutenzione specifico. L'acqua eventualmente presente nel lubrificante del piede può congelare ed espandersi durante il periodo di rimessaggio, causando la formazione di crepe nel piede. Quando si scarica il vecchio lubrificante, ispezionarlo attentamente. Il riscontro di un colore bianco o di una consistenza cremosa può indicare la presenza di acqua nel suo interno. Questa è un'indicazione che la guarnizione di tenuta dell'albero dell'elica potrebbe essere compromessa, permettendo all'acqua di contaminare il lubrificante, con possibili gravi danni agli ingranaggi. Se si sospetta la presenza di acqua nel piede, rivolgersi a un concessionario autorizzato per far completare un controllo della pressione nel piede. Ricaricare il piede con lubrificante fresco usando un prodotto di qualità specifico per il settore marino, come  Quicksilver High Performance Gear Lube, seguendo le istruzioni nel manuale d’uso.

Controllo dell’albero elica 

Con alcuni piedi, è necessario rimuovere l'elica per poter sostituire il lubrificante; ma anche se il motore non lo richiede, è buona prassi togliere l'elica. Se l'elica è danneggiata o piegata, la bassa stagione è il momento giusto per mandarla a riparare in un negozio di eliche in modo che sia pronta a funzionare in primavera. Un concessionario Mercury può facilmente prendere accordi per la revisione o la riparazione dell'elica.

Una volta rimossa l'elica, controllare l'albero elica per verificare che non ci sia del filo da pesca. Smontare la rondella reggispinta che si trova dietro all’elica su alcuni tipi di mozzo. Il filo da pesca spesso è ricoperto di grasso ed è difficile da individuare. Usare un coltello affilato o un piccolo cacciavite sull'area intorno alla guarnizione di tenuta dell'albero elica per liberare il filo eventualmente presente. Con il passare del tempo, la spinta in avanti dell'elica comprime il filo nella guarnizione di tenuta in gomma dell'albero. Se la guarnizione è danneggiata, l’acqua potrebbe entrare nel piede e provocare danni ingenti.

Se l’elica appare in buone condizioni, reinstallarla o conservarla a parte dal motore per scoraggiare i tentativi di furto. Prima di reinstallare l'elica, rivestire sempre l'albero con un grasso marino di qualità come il lubrificante Quicksilver 2-4-C e serrare il dado dell'elica alle specifiche di coppia indicata nel manuale d'uso.

Controllo del liquido del Trim

Consultare il manuale d’uso per istruzioni specifiche sul proprio modello fuoribordo. Probabilmente sarà necessario inclinare il motore fino in fondo per arrivare alla pompa. Il liquido all'interno dovrebbe essere rosso brillante; se è così, controllare il livello e rabboccarlo se è basso. Un liquido di colore rosa o biancastro indica la presenza di acqua, il che significa che potrebbe esserci una perdita in qualche punto del sistema; fare ispezionare la pompa del trim da un concessionario qualificato.

Controllo degli anodi sacrificali

Gli anodi sacrificali (o zinchi, come sono spesso chiamati) sono progettati per proteggere gli altri elementi metallici sommersi del motore dalla corrosione galvanica. La maggior parte dei motori fuoribordo sono dotati di diversi anodi sacrificali, identificabili consultando il manuale d'uso. Gli anodi sacrificali devono essere sostituiti quando risultano deteriorati al 50%.

Lubrificare tutti i punti di ingrassaggio 

La maggior parte dei fuoribordo presenta degli ingrassatori o altri punti di lubrificazione che richiedono manutenzione. Consultare il manuale d’uso per sapere se il fuoribordo necessita di ingrassaggio.

Protezione del blocco motore

In ultimo, applicare sul blocco motore un prodotto antiruggine come Quicksilver Corrosion Guard. Questa operazione è efficace soprattutto per i motori usati in acqua salata, ma può essere di aiuto anche per i motori utilizzati in acque dolci. Disperde infatti l'acqua e forma una barriera per proteggere le superfici verniciate e non, dalla corrosione causata dall'acqua salata presente sul blocco motore o nell'atmosfera. Corrosion Guard può essere applicato anche per prevenire la formazione di corrosione sulla parte inferiore e sul motorino del regolatore di assetto.

Ritoccare eventuali scalfitture o graffi

Ispezionare la parte inferiore del motore e riverniciare eventuali punti che appaiono usurati. I concessionari Mercury offrono una linea completa di prodotti di verniciatura - primer, colore e finitura trasparente - che corrispondono fedelmente alla finitura di fabbrica.

Controllare lo stato della batteria 

Se si tratta di una batteria al piombo, verificare il livello del fluido e aggiungere acqua distillata, se necessario. Accertarsi che la batteria sia completamente carica, estrarla dall'imbarcazione e riporla in un luogo fresco e asciutto. Conservare la batteria su un caricabatterie, la manterrà carica e in buone condizioni fino all’arrivo della primavera.

Conservare il motore in posizione eretta

Indipendentemente dal fatto che l'imbarcazione sia riposta su un rimorchio o su una piattaforma, il motore deve essere portato in posizione verticale in modo che l'acqua residua possa defluire da sola. Se l’acqua residua nel motore si congela, potrebbe causare danni gravi. In alcune situazioni, la presenza di topi potrebbe rappresentare un problema, se riescono a entrare sotto la calandra e a rosicchiare il cablaggio. Alcuni concessionari sono pronti a giurare che: Fogli di ammorbidente per tessuti o per asciugatrice respingano i topi. Basta non dimenticare di rimuovere il foglio prima di entrare in acqua la prossima stagione.

Una volta completata la procedura per il rimessaggio, il fuoribordo resterà protetto per mesi. In primavera, tornare in acqua sarà un gioco da ragazzi. Basterà reinstallare la batteria se è stata rimossa, rimontare l'elica e girare la chiave. Tutto è pronto per un'altra stagione di divertimento e avventura in acqua.

Ritorna su Dockline
http://www.mercurymarine.com/it/it/dockline/how-to-winterize-your-outboard/