Dockline Blog

Ritorna su Dockline

Come regolare l’assetto del tuo fuoribordo per ottenere performance ottimali

Bastano alcune regolazioni di base per migliorare velocità, navigazione e autonomia.

Come fare In acqua
Come regolare l’assetto del tuo fuoribordo per ottenere performance ottimali

Regolare l’assetto di un fuoribordo è uno dei modi più efficaci per migliorare le performance complessive di una barca. Regolare l’assetto del fuoribordo ne modifica il comportamento oppure l’angolo della prua rispetto all’acqua, il che contribuisce a creare la miglior esperienza di navigazione compensando il carico del natante e le condizioni del mare. Nella maggior parte dei casi un assetto corretto migliora anche l’autonomia e la velocità massima.

È consigliabile sperimentare con piccole modifiche all’assetto del motore, finché non si riesce a capire con precisione come queste incidono sul comportamento della barca. Una volta acquisita abbastanza esperienza, ti verrà naturale intervenire sull’assetto del motore e sull’acceleratore per migliorare la navigazione.

Ecco alcune regole di base.

Interventi orientati ai risultati

A imbarcazione ferma, regola l’assetto finché il fuoribordo non si trova il più all’interno o in basso possibile. Così facendo la maggior parte del piede risulta immersa nell’acqua fino alla posizione quasi verticale, il che garantisce un flusso d’acqua privo di ostacoli all’elica. Da questa posizione, accelerando l’elica spinge immediatamente la barca in planata. Viene virtualmente eliminata ogni minaccia di cavitazione o “blowout” (l’aria e il flusso d’acqua ostruito azzera l’aderenza dell’elica, che gira a vuoto).

Verso l’alto

Una volta che la barca è in planata e procede a velocità costante, regola l’assetto verso l’esterno in modo da sollevare leggermente il fuoribordo. In questo modo la prua si alza e una minor porzione del piede si troverà immersa in acqua, riducendo così la resistenza. Il risultato? Un aumento della velocità di crociera e dell’autonomia.

In base al comportamento della barca e alla navigazione, regolare ulteriormente l’assetto verso l’esterno può migliorare le performance. Spingendo a tutto gas, un assetto corretto dovrebbe tradursi in regimi di rotazione e velocità di punta superiori. Tuttavia, un assetto eccessivamente orientato all’esterno potrebbe compromettere le performance e portare la barca a sobbalzare o a rimbalzare.

Verso il basso

Regolare l’assetto verso l’interno abbassa il fuoribordo e fa sì che una parte più ampia dello scafo venga a contatto con l’acqua, specie a prua. È vantaggioso quando si affrontano direttamente acque agitate, in quanto posiziona meglio lo scafo per fendere l’acqua garantendo una navigazione più fluida. Il massimo comfort di navigazione è subordinato a una profonda comprensione della barca e delle sue reazioni alle modifiche dell’assetto.

Virate

Quando affronti una virata, regola l’assetto del tuo fuoribordo verso l’interno per garantire la massima tenuta dell’elica e la miglior manovrabilità possibile, nonché una capacità di planata superiore all’uscita della virata. Nel momento in cui raddrizzi la barca, inizia a regolare l’assetto del tuo fuoribordo verso l’esterno per raggiungere la velocità di crociera più efficiente possibile.

Il modo più facile

Tanto i neofiti quanto i diportisti più esperti apprezzeranno senz’altro il sistema Active Trim di Mercury®, che elimina il problema delle impostazioni così come lo sforzo legato alla corretta regolazione dell’assetto. Active Trim è un sistema di regolazione automatica dell’assetto in base alla velocità con GPS integrato, che adegua costantemente e istantaneamente l’assetto del motore in base alle manovre e variazioni di velocità della barca.

Analogamente alla regolazione manuale, il sistema Active Trim regola in automatico verso l’esterno l’assetto del fuoribordo fino al comportamento di crociera ottimale, e lo regola verso l’interno durante la retromarcia o in fase di virata. Il sistema Active Trim presenta cinque profili regolabili che compensano le variazioni in termini di meteo, condizioni del mare, carico della barca e preferenze del conducente. Basta premere un pulsante e Active Trim assume il controllo della barca. È possibile escluderlo in qualunque momento premendo i pulsanti per la regolazione manuale dell’assetto presenti sull’acceleratore.

Il sistema Active Trim è compatibile con la maggior parte dei fuoribordo Mercury a quattro tempi a partire da 40hp, con i fuoribordo Mercury a due tempi compatibili con la tecnologia SmartCraft® nonché con gli entrofuoribordo MerCruiser® e Mercury Diesel compatibili con la tecnologia SmartCraft e dotati di trasmettitori digitali.

Una regolazione corretta dell’assetto del fuoribordo è fondamentale per garantire un livello ottimale di performance e autonomia. Il sistema Active Trim rende le cose più facili eliminando il problema d’impostare l’assetto del motore. Vuoi saperne di più sul sistema Active Trim? Il tuo concessionario di fiducia sarà lieto di aiutarti!

Ritorna su Dockline
http://www.mercurymarine.com/it/it/dockline/how-to-trim-your-outboard-for-optimal-performance/?article_type%5B%5D=on-the-water