Dockline Blog

Ritorna su Dockline

Come sostituire l’elica

Ti senti intimidito/a o confuso/a? Non ne hai motivo: questo blog e il relativo video ti mostrano chiaramente ogni singolo passaggio.

Come fare
Come sostituire l’elica

L’elica è un elemento essenziale e spesso trascurato, che virtualmente ogni barca del mondo possiede. Dopotutto, è l’elemento del sistema di propulsione che trasforma in spinta il moto rotatorio del motore, ed è l’unico componente facilmente sostituibile che modificherà il rapporto al piede effettivo del sistema. Sono varie le ragioni per cui i diportisti scelgono di sostituire le eliche. Indipendentemente dal tipo di natante, fattori quali il mutamento delle condizioni dell’acqua, problemi in fatto di prestazioni oppure un “controllo approfondito” imprevisto (e imbarazzante) possono spingere a cercare una nuova elica.

Per fortuna, sostituire un’elica è molto più semplice e veloce che sostituire una gomma a terra della tua auto. I passaggi sono facili e intuitivi. Ecco cosa fare:

  1. Solleva le alette di chiusura del fermo del dado di bloccaggio.
  2. Smonta l’elica utilizzando un’apposita chiave inglese (e un blocco di legno per impedire all’elica di girare).
  3. Lubrifica l’albero dell’elica e rimonta la rondella reggispinta.
  4. Fai scorrere il nuovo gruppo elica/parastrappi e il dado di bloccaggio sull’albero dell’elica.
  5. Blocca l’elica in posizione serrando il relativo dado con l’apposita chiave. Consulta il manuale d’uso per conoscere l’esatta coppia di serraggio.
  6. Usa un cacciavite per ripiegare le alette del fermo del dado in posizione di bloccaggio.
  7. Infine, fai ruotare manualmente l’elica per assicurarti che sia in grado di compiere facilmente una rotazione di 360° senza bloccarsi. Una volta fatto, puoi riprendere la navigazione.

Altri punti da considerare:

  • Non sprecare la tua giornata: Andare alla deriva a causa di un’elica danneggiata o di un mozzo fuori uso ti rovinerà la giornata e metterà a rischio la tua sicurezza. È consigliabile portare sempre con sé un’elica e un mozzo di scorta, in modo che un’eventuale rottura rappresenti solo un piccolo inconveniente e non il problema che ti rovina la giornata. Per risparmiare, molti diportisti scelgono come ricambio un’elica in alluminio. Va benissimo, tuttavia sarebbe bene prendere in considerazione anche un’elica della stessa qualità di quella primaria, ma con configurazione complementare (4 pale vs. 3 pale, diametro o passo diverso ecc.) che sai di voler utilizzare di tanto in tanto. Ciò significa che avrai un ricambio e un’opzione diversa in termini di performance, il tutto in un’unica elica.
  • Occhio alle lenze: Mentre pulisci la tua barca o svolgi i controlli di manutenzione, controlla tra l’elica e il piede e assicurati che non ci siano lenze da pesca attorcigliate all’albero dell’elica. Se ce ne sono, appena possibile smonta l’elica e rimuovi accuratamente la lenza. Se passa inosservata, l’eventuale presenza di lenze da pesca può rovinare la guarnizione dell’albero dell’elica, con conseguenti perdite dell’olio del piede ed esborsi importanti per le riparazioni.
  • È solo un’esercitazione: Almeno una volta all’anno è bene smontare proattivamente l’elica, fare un controllo completo, lubrificare l’albero dell’elica e le scanalature del mozzo, e quindi montare e serrare nuovamente l’elica. Questo contrasta la corrosione e garantisce una rimozione agevole dell’elica quando necessario.
  • Poca spinta? Se le prestazioni della barca sono inferiori alle tue aspettative, controlla l’elica (o le eliche). Un’elica danneggiata o non idonea – diametro, passo o configurazione inadatti – può determinare una riduzione significativa delle prestazioni sotto ogni aspetto. In realtà un’elica nuova, adeguata e di alta qualità è spesso la soluzione più rapida ed economica per migliorare il funzionamento di un’imbarcazione. Per informazioni, consulta il tuo concessionario locale Mercury Marine oppure trova un concessionario .
Ritorna su Dockline
http://www.mercurymarine.com/it/europe/dockline/how-to-swap-your-prop/